Da "Happy Days" ai Beatles...

Vota questo articolo
(0 Voti)

Ron Howard - il Richie Cunningham di "Happy days" poi regista di film di successo come "Splash, una sirena a Manhattan", "Cocoon, l'energia dell'universo", "Apollo 13", "A beautiful mind", "Cinderella Man - una ragione per lottare", "Il codice da Vinci", "Angeli e demoni", "Frost/Nixon - Il duello" e "Rush" - è un baby boomer" nato nel 1954 e un fan dei Beatles: la persona giusta, per età, esperienza e comprovate qualità tecniche, cui affidare la direzione di un documentario dedicato ai Fab Four e incentrato sulla loro breve stagione concertistica, dai tempi di Amburgo e del Cavern Club a Liverpool all'ultima esibizione tenuta al Candlestick Park di San Francisco nell'agosto del 1966. Il film, autorizzato e realizzato con la cooperazione di Paul McCartney, Ringo Starr, Yoko Ono e Olivia Harrison, è prodotto dalla Apple Corps creata dai Fab Four insieme a Imagine Productions (di cui lo stesso Howard è titolare) e a White Horse Pictures, la società di Nigel Sinclair già coinvolta nella realizzazione di "George Harrison: Living in the Material World", "Amazing journey: The story of the Who" e "No direction home: Bob Dylan": l'uscita nei cinematografici dovrebbe avvenire negli ultimi mesi del 2015.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

              

Iscriviti alla nostra Newsletter