Buon compleanno ad Edoardo Bennato!

Vota questo articolo
(0 Voti)

Edoardo Bennato - nato a Napoli il 23 luglio 1949 - fin da giovane è incoraggiato dalla madre a prendere lezioni di musica come i fratelli Eugenio (poi nella Nuova Compagnia di Canto Popolare) e Giorgio. Bennato incomincia così a girare il mondo finché approda a Milano per studiare architettura. Le influenze musicali straniere, in particolare il blues, finiscono per caratterizzare uno stile musicale assai diverso da quello tradizionale del fratello Eugenio: fin dal primo album, Edoardo si definisce ironicamente un Rinnegato. Un crescente seguito caratterizza gli anni '70, dal secondo album I BUONI E I CATTIVI (contenente la dissacrante "In fila per tre" e il classico "Un giorno credi") al successo di massa che arriva con la rivisitazione allegorica delle favole di Pinocchio e di Peter Pan in due concept album, BURATTINO SENZA FILI e SONO SOLO CANZONETTE.
Il cantautore napoletano tuttavia ama l'imprevedibilità; pubblica, ad esempio, due dischi nel giro di poche settimane, uno dei quali guarda all'acerbo punk rock italiano (UFFÀ! UFFÀ!, a cui collaborano i Gaznevada). A partire dagli anni '80 la sua produzione si fa più discontinua e commercialmente più incerta (punito in particolare un album come KAYWANNA): ciò non gli impedisce di ottenere grandi successi azzeccando singoli come "Ok Italia", "W la mamma" o l'inno dei mondiali del '90 "Notti magiche", cantato insieme a Gianna Nannini. Tenendo fede alla sua anomalia e versatilità - che lo porta a incidere un disco di rhythm'n'blues in napoletano con lo pseudonimo di Joe Sarnataro, o un album "classico", QUARTETTO D'ARCHI, nel quale rivisita i suoi successi accompagnato dal Solis String Quartet - Bennato nel 1998 può dichiararsi SBANDATO, come titola il suo album di quell’anno. Nel 2000 e nel 2001 escono due raccolte. La prima, SEMBRA IERI, contiene tre inediti, "Si tratta dell'amore", "Sembra ieri" e "Taraunta tatà"; il logo di copertina ritorna quello presente negli album della prima metà della carriera. L’altro è un doppio intitolato AFFERRARE UNA STELLA, che comprende fra le altre le canzoni che fanno da colonna sonora a una serie di spot di una compagnia telefonica. Nel 2001 esce anche IL PRINCIPE E IL PIRATA, colonna sonora dell'omonimo film di Leonardo Pieraccioni.
Arriva nel 2005 il nuovo disco, LA FANTASTICA STORIA DEL PIFFERAIO MAGICO: è un concept album che vede la partecipazione di una ventina di artisti del panorama musicale italiano, tra i quali compaiono i nomi di Max Pezzali, Irene Grandi, Jovanotti, Sugarfree, Velvet, Morgan e Piero Pelù. Nel 2006 è la volta di SALVIAMO IL SALVABILE, raccolta curata dal produttore Alessandro Colombini, mentre l’anno successivo esce CANZONI TOUR 2007, un live di brani suonati dal vivo. 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

              

Iscriviti alla nostra Newsletter